Una giornalista israeliana aggredita e presa a pietrate

Una giornalista israeliana aggredita e presa a pietrate mentre viaggia in macchina con i suoi tre bambini. Pero’ non c’e’ nessun articolo indignato di Gideon Levy sulla liberta’ di stampa che viene minacciata, nessun pensoso editoriale del New York Times sugli estremisti che minacciano il processo di pace, nessuno sconsolata lamentela sulla fine della democrazia in Israele firmata (e qui la scelta e’ vasta) da Gad Lerner, Moni Ovadia, Stefano Jesurum, David Bidussa e via panicando.
Sara’ per caso che la giornalista e’ donna?
E magari (magari, eh) che e’ del Likud?
Ma no, ma che dico. Sappiamo benissimo che chi desidera il processo di pace non demonizza mai gli avversari, e sostiene sempre il loro diritto ad esprimersi liberamente.
Vero?

Annunci
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Una giornalista israeliana aggredita e presa a pietrate

  1. Finrod ha detto:

    quello che scrivi mi ha fatto pensare alla mia prima reazione quando, un paio d’anni fa, avevo visto un manifestino di un incontro per la giornata della memoria organizzato da un centro sociale del nostro quartiere: era previsto l’intervento di un rom, di un gay, di un partigiano e di tutte le altre categorie perseguitate dai nazisti… tutto giusto se non ché mancava un esponente di una sola tipologia di vittime, e non esattamente quella colpita meno pesantemente. La mia prima reazione è stata come la tua, ma poi ho pensato che era meglio così, se avessero fatto parlare un ebreo ne avrebbero cercato uno che avrebbe definito Israele come paese di apartheid o cose del genere. La giornalista (o attrice?) in questione è stata attaccata in Samaria, e con questo ho detto tutto.

  2. blogdibarbara ha detto:

    Una precisazione – anche se di nessun peso ai fini della questione: non è una giornalista, bensì un’attrice, che nei “notiziari” di Latma interpreta quella che legge le notizie alla televisione e intervista gli ospiti.

  3. Finrod ha detto:

    oggi è una bella giornata? Siete felici e soddisfatti? Male! 😉
    Per “rimediare” ecco un bel link ad un articolo (ma non perdetevi i commenti) che parla appunto della regione dove hanno provato a lapidare l’attrice:

    😦

    • Finrod ha detto:

      ops, il blog taglia i link…. andate su linkiesta e fate una ricerca per “Mc Donald’s” o “Israele”

      • blogdibarbara ha detto:

        E’ la notizia che McDonald’s boicotta Ariel? Beh, visto che lo ha già fatto Obama si saranno sentiti in dovere di seguire la via indicata dalla guida Suprema.

  4. umm rash rash ha detto:

    Ecco un altro bel blog di hasbara. Ormai sono più numerosi dei blog di cucina. Certo non è un lavoro facile, ignorare travi, sottolineare pagliuzze, usare ventose per scalare pareti liscie. Operazione verità del ministero della verità d’israele?

    • nahum נחום ha detto:

      Hai intenzione di commentare qualcosa che sta scritto nel post che stai commentando? Potresti provare: sai, dopotutto questo e’ uno spazio commenti.
      Se invece cerchi solo una occasione per far sapere al mondo che, quando si parla di Israele, ti vengono in mente le descrizioni di Gesu’ incazzato, ecco: credo che esistano numerosi altri forum, blog e persino spazi commenti su siti di quotidiani, che accolgono volentieri i tuoi …. mah, vorrei chiamarli “commenti”, ma ancora non si e’ capito cosa stai esattamente commentando.

    • Vuk ha detto:

      Non è un lavoro facile nemmeno continuare a ignorare le frasi urlate dalla propria coscienza “ANTIISRAELIANO! DUE PESI DUE MISURE! SEI COLPEVOLE DI DESIDERARE LA LORO MORTE”.
      Questo solo per rimanere sul lato umano della faccenda.
      Sul lato politico e storico le ideologie si rafforzano al contatto con la realtà opposta a ciò che predicano, creando sette di invasati.

      Però il lato umano va sempre ribadito, è la cosa principale, non si può dimenticare di avere una coscienza.
      E ringrazio Nahum per avere contribuito a farmelo riscoprire, quando lo avevo dimenticato.

  5. blogdibarbara ha detto:

    OT: credo che dovresti andare qui:
    http://ilblogdibarbara.wordpress.com/2013/07/11/ho-vinto-un-premio/
    Se poi lo hai già visto e non te ne frega niente non è un problema, ma io per regolamento te lo dovevo dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...