Amava i palestinesi, e odiava fortemente gli israeliani, particolarmente i coloni. Sperava che un giorno lo “Stato” di Israele venisse distrutto dagli arabi. […]
Odiava il sionismo. Era consapevole che occorre distruggere lo Stato sionista, che e’ illegale. Sognava che un giorno 1.5 milioni di palestinesi si sarebbero sollevati in una lotta armata contro i 5 milioni di sionisti, e avrebbero liberato dall’occupazione sionista la Galilea ed altre regioni.

Il bel tomo che aveva questo genere di simpatiche opinioni, era Vittorio Arrigoni. Che (e non dite che non lo sapevate) e’ uno degli eroi del movimento di estrema destra Forza Nuova. Prima che inizi il solito balletto: sono gli ebrei che controllano i media e cercano di diffamare la Memoria di un Uomo Giusto sbroc sbroc, sara’ il caso di segnalare che le simpatiche espressioni di cui sopra sono state riportate da un amico e compagno di Vittorio Arrigoni, uno che non ha certo intenzione di diffamarlo. E le trovate qui.

Tra i molti estimatori di Arrigoni -personaggio il cui grande contributo umanitario mi sfugge, devo dire- ce ne e’ uno che conoscete gia’. Caso strano, questo estimatore versa anche calde lacrime sui profughi palestinesi che vogliono tornare nello loro Patria, mettendo in pratica il delicato sogno tratteggiato sopra. L’Arrigoni parlava di un milione e mezzo, questo qua affabula di otto milioni, ma non stiamo li’ a sottolizzare. Non importa quanti sono i palestinesi, e’ importante che smantellino Israele, aboliscano la Legge del Ritorno, mettano al posto di Israele uno Stato la cui costituzione sara’ basata sulla sharia  e privino gli ebrei di un posto in cui rifugiarsi quando e se qualche dittatore li espelle. Allora si’ che avremo la pace.

Intanto discendenti di profughi palestinesi vengono sbudellati in Siria, ma tutti i sostenitori del popolo palestinese sono ancora in vacanza, e pertanto non possono organizzare manifestazioni contro il governo siriano, non possono picchettare le ambasciate siriane, non possono lanciare minacce contro i luoghi di culto in cui si ritrovano persone legate al governo siriano e non iniziano nemmeno ad esplorare quali sono i prodotti siriani da boicottare (e si’ che ce ne dovrebbero essere). Perche’, sapete, quello che importa sono i diritti dei palestinesi, non la distruzione di Israele.

Naturalmente nemmeno il Tondelli dedica una grande attenzione alla tragedia siriana. Al momento e’ impegnato a pubblicare le sue poesie di gioventu’. In Siria crepa molta piu’ gente che nella guerra di Gaza, ma sono morti che per lui non contano, anche se avvengono a pochi kilometri da Gaza. Non potendo accusare Israele, il massacro non esiste.

Ah, pero’ si preoccupa molto per le sorti degli islamisti egiziani. Quelli suscitano tutta la sua solidarieta’ e commozione. Sproloquia addirittura di colpo di Stato di modello cileno e argentino. Poco importa che dopo il golpe in Cile le strade erano deserte, e invece al momento le strade de Il Cairo sono percorse da civili, uomini e soprattutto donne, che vorrebbero restituire ai Fratelli Musulmani le legnate che hanno preso negli ultimi mesi. I Fratelli Musulmani volevano rivedere il trattato tra Israele ed Egitto, erano un problema per Israele, quindi ci deve essere qualcosa di buono, e poi guardate come sono buoni e pii e religiosi, non vi viene da commuovervi? Sono anche dei contadini, come il mio nonno.

In realta’, gli integralisti musulmani hanno seguito nella piccola borghesia urbana, particolarmente in quella impoverita recentemente. Nelle campagne si segue l’Islam tradizionale, le cui autorita’ egiziane si sono affrettate a esprimere supporto per i militari. Quindi il Tondelli ha scritto una balla. Che strano, vero?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. blogdibarbara ha detto:

    Carino lo “Stato” di Israele fra virgolette…

  2. Finrod ha detto:

    “Non potendo accusare Israele”, imho sei troppo ottimista (anche sull’Egitto)

  3. Pingback: Vittorio Arrigoni, antisemita | allegrofurioso

  4. Pingback: allegrofurioso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...