Vittorio Arrigoni, antisemita

Copincollo un pezzullo antisemita da un sito che poi vi dico quale e’:

Il Sionismo è un movimento abominevole, razzista e coloniale, e come tutte le realtà coloniali e di apartheid deve essere interesse di tutti che venga spazzato via. Rimpiazzarlo senza spargimenti di sangue con uno stato democratico, laico, secolare, magari sui confini della Palestina storica e che inglobi palestinesi e israeliani sotto eguale diritto di cittadinanza senza discriminazioni etniche e religiose, è un augurio che mi sento di auspicare diventi presto realtà. Ai giornalisti prezzolati e ai nostri politicanti asserviti ai macellai israeliani, vorrei far notare quello che è lapallisiano nella dichiarazione di Ali Khamenei: non una sentenza di morte a Israele, ma una condanna al sionismo. Ed essere contro Israele sionista non significa certo essere contro gli ebrei, ospiti graditi a Teheran (come da foto). Identificare tutti gli ebrei del mondo con Israele sionista e ancora peggio con la tragedia della shoah significa fare il gioco di quello che Norman Filkenstein ha brillantemente battezzato l’industria dell’olocausto. Al nostro caro capo di stato, il sionista Napolitano, vorrei ricordare che essere antisionisti non significa affatto essere antisraeliani, semmai significa volere il bene per gli israeliani, e contemporaneamente lottare per i diritti umani. Proprio come i tanti che si unirono ai neri sudafricani in opposizione al colonialismo e all’Apartheid, non erano certo contro la totalità dei bianchi.


Chi ha scritto questo pezzullo, dalla grammatica zoppicante (“lapaLLissiano”) e dalla sintassi oscura (“rimpiazzarlo con uno Stato [soggetto: un movimento]”) ma, chiaramente, antisemita ?
Chi diffama il sionismo in questo modo?
Chi vuole levare di mezzo l’unico Stato ebraico e non ha nulla contro i 20 e passa Stati arabi?
Chi vuole rendere gli ebrei piu’ deboli, privi di un luogo in cui rifugiarsi senza doverlo chiedere ad autorita’ non ebraiche?
Chi e’ il fesso che sostiene che gli ebrei sarebbero “ospiti graditi” a Teheran? Appunto: ospiti, mai cittadini.
Chi e’ il paranoico che vede “giornalisti prezzolati” al soldo degli israeliani, e che considera Napolitano un sionista? E, vedi sopra “sionista” per lui non e’ un complimento.
Chi e’ il tale che si fa bello delle fanfaronate di “Filkenstein”?  Presumo si tratti di Norman Finkelstein prima maniera. Norman Finkelstein ha adesso posizioni piu’ sfumate ed e’ ferocemente critico del movimento antisionista, che definisce una setta [cult].
Chi ha la malafede di considerare Israele uno Stato in cui si praticherebbe l’apartheid?
Chi conciona sul “bene degli israeliani” che deriverebbe dalla distruzione del loro Stato? Sembra proprio il Tondelli (ciao, lo so che mi leggi) quando blatera sulla “necessita’ urgente di smarcare ebraismo e sionismo”…
Chi e’ l’autore di questa porcheria?
Si’, certo, e’ un antisemita. Si tratta di Vittorio Arrigoni e il pezzullo in questione si trova qui: http://tinyurl.com/qe3hjtc

Qui invece trovata la divertente arrampicata sui vetri di uno convinto che non ci siano prove che Arrigoni fosse antisemita. Nella realta’ parallela in cui lui vive, l’editorialista di punta di un prestigioso settimanale britannico, che ha una rigorosa politica di fact-checking, sarebbe stato “messo alle strette” da familiari e amici di Vittorio Arrigoni. E’ convinto che i compagni di lotte di Arrigoni che di lui scrivono su siti antisionisti: “Sperava che un giorno lo “Stato” di Israele venisse distrutto dagli arabi” si siano inventati tutto, perche’ voi sapete bene che e’ in corso una campagna di diffamazione. Ci sono delle brave persone che vorrebbero levare di mezzo lo Stato ebraico, rendere gli ebrei minoranza, possibilmente disarmata e non vedono l’ora che tocchi agli ebrei di Israele il destino che tocca ad altre minoranze mediorientali (gli alawiti in Siria, per dirne una). E poi ci sono i giornalisti “prezzolati dagli israeliani” che vogliono farli passare per antisemiti. Hanno corrotto il Presidente Napolitano, quel sionista, ma a loro non la si fa, eh no. Che non sono solo piu’ morali e piu’ giusti di voi, ma pure piu’ furbi.

Annunci
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Paturnie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Vittorio Arrigoni, antisemita

  1. magiupa ha detto:

    La perla che vede uno stato sui confini “storici” della palestina,già,avete presente quella terra riconosciuta per 2000 anni come terra senza Ebrei,dove un profeta sedicente figlio di Dio che la propaganda Sionista si ostina a far passare per Ebreo ed invece era palestinese,non avete capito niente,noi siamo la pace!(si, la pax romana,cito,anche se non ricordo chi,forse Vercingetorige “avete fatto un deserto e l’avete chiamato pace”)

  2. frine ha detto:

    “…semmai significa volere il bene per gli israeliani,…” Caro Allegrofurioso, il fatto è che gli ebrei come te non sanno qual è il loro bene! Affidatevi a questi geni e vedrete come vi andrà “di lusso”!

  3. Pingback: allegrofurioso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...