Affinita’ e divergenze. Parte seconda.

Non e’ che Fanelli e Leonardo siano sempre stati simili. E’ che adesso si assomigliano molto. Al punto che ambedue hanno scritto un post con piu’ o meno lo stesso titolo. “E’ colpa mia”.
Se gli fai una critica, reagiscono allo stesso modo. Ti attaccano personalmente, scrivono che non hai capito, si scatenano con papelli di carattere para-psichiatrico. Un po’ come il matto che dice di essere l’unico savio circondato da una societa’ di matti. Per sentirsi normali, danno dei pazzi agli altri.
Leonardo e’ ossessionato dai commentatori grillini; come prima dai berlusconiani e prima dai neocon. Vede grillini anche dove non ce ne sono.
Fanelli e’ ossessionato dai giornalisti, e prima dagli economisti, e prima dai manager ec ecc. fino ai sempiterni servizi segreti.
Reagiscono allo stesso modo. Fanelli annuncia che se ne va nella Darknet, che denuncera’ quelli che su facebook parlano male di lui… E banna chi non gli da’ ragione. E’ melodrammatico, d’altronde lo racconta: lui da bambino e’ stato molestato dal maniaco del paese, che gli metteva le mani in tasca con la scusa delle figurine
Leonardo ha forse avuto una infanzia piu’ serena, ma anche lui non regge il confronto. Cancella i post, evita di parlare dell’argomento, e in un certo periodo si era messo in testa di avere contro di lui “gli sturmundranghi”, un gruppo di goliardi che al piu’ aveva impestato la bacheca di Vendola e quella di Galatea.
Fanelli si vanta di essere post-ideologico. E Leonardo ci tiene a far sapere che lui e’ di quelli che ha mai seguito alcuna ideologia.
Probabilmente i due si assomigliano anche per formazione. Tutti e due hanno il padre artigiano, tutti e due cresciuti in provincia. E cresciuti nell’Emilia rossa. dove lo Stato (o meglio il Comune) era una specie di mamma che veniva incontro a tutti i tuoi bisogni. Il che e’ una gran cosa, il  Welfare State, ma adesso non c’e’ piu’.
Certo, era comunque un modello di societa’ in cui il dissenso veniva trattato psichiatricamente. Vedi il famoso manicomio di Reggio Emilia, e vedi l’insistenza, un po’ patetica, con cui sia il Fanelli sia Leonardo trattano da anormali quelli con cui rifiutano di discutere: vale a dire, chiunque non sia d’accordo con loro.
Secondo me, adesso, sia Leonardo che Fanelli sono due orfani di questo modello emiliano, e per questo si assomigliano. Adesso, ripeto. In passato erano probabilmente diversi. Ma ora non piu’. Hanno lo stesso bisogno di parlare soprattutto (o quasi unicamente) CONTRO qualcosa / qualcuno e mai DI qualcosa con chi potrebbe pensarla in maniera diversa. Perche’ costui, se dissente, e’ ovviamente malato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Affinita’ e divergenze. Parte seconda.

  1. torrent ha detto:

    Buongiorno reverendo. Sono un laureando in scienze delle comunicazioni e sto realizzando una tesi in letterologia applicata dal titolo “buste e bustine delle Poste e Telegrafi dal dopoguerra ad oggi”. Un capitolo è dedicato alla storia delle buste da lettera centroitaliane. Potrebbe cortesemente indicarmi le caratteristiche peculiari della tipica busta da lettere di fattura centroitaliana dei primi anni del XXI secolo, magari allegando qualche foto? Ho sentito che Lei è un esperto e cultore della materia. Grazie.

    • nahum נחום ha detto:

      Tondelli, perche’ cambi nick in maniera cosi’ puerile da farti riconoscere? Ti ho gia’ detto che se vuoi comunicare con me puoi telefonarmi. Cosi’ la tua voce restera’ registrata con tutte le cose simpatiche che mi dici. E poi magari la polizia ti informera’ di cosa e’ un hate crime. Che, certo, consiste anche nello spedire lettere con propaganda palestinese all’interno. Le differenze tra Hamas e ANP, a cui tu tieni cosi’ tanto, non rilevano in quel caso.
      Dunque, questa telefonata? Ci sentiamo?

  2. torrent ha detto:

    AHAHAHAHAHAHA. SEI UNA SAGOMA A ZANA’!!

    • nahum נחום ha detto:

      Secondo me, davvero, dovresti contenerti. C’e’ questo personaggio virtuale, un cattocomunista che si firma Leonardo ed esiste dentro il suo blog,
      in cui altri cattocomunisti leggono e si scambiano opinioni su come e’ cattivo il mondo e su come sono buoni loro. Ogni tanto questo personaggio virtuale si incarna in un insegnante, che vive in una specie di realta’ parallela, abitata da ebrei che vanno alla Messa di Natale e mangiano il cotechino, a cui non importa Israele, che e’ (sempre in questa realta’ parallela) afflitto da una crisi economica decennale.
      Ecco, prestare la propria identita’ a questo sfigato , che da decenni non azzecca una sola battaglia politica o culturale, ripeterne le argomentazioni, difendere la credibilita’ e’ una operazione ridicola e soprattutto, come dire, senza speranza. Se poi ti metti a sbraitare, senza nemmeno prendere il telefono in mano, fai davvero la figura del codardo.

      • torrent ha detto:

        Sto cercando di convincere Tondelli a denunciarti per diffamazione. Spero lo faccia e ti dia una grande batosta economica. Sei un personaggio odioso oltre che ignorante, volgare, ottuso e sgrammaticato. Quanto alla tua “difesa” di Israele: quella devi assolutamente continuarla. Con un po’ di fortuna chi ti legge pensa che tu sia il “sionista medio” e che le tue “idee” siano quelle degli israeliani. A questo punto la difesa della Palestina e dei palestinesi è una logica conseguenza.

      • nahum נחום ha detto:

        Dunque, prima annunci che non vale la pena parlare con me di Israele; e adesso torni sull’argomento. Poi scrivi che non vale la pena interloquire con me, e invece eccoti sempre qui. Non solo scrivi commenti, ma ne scrivi ancora, prima ancora che io ti risponda.
        E sempre con lo stesso stile a base di specchietti: io ti faccio sapere che esiste una legislazione contro gli hate crime, e tu tiri fuori la storia della denuncia. No, non stai facendo alcun favore a Leonardo, perche’ avere sostenitori come te non e’ esattamente un titolo di merito.
        Ma, dunque, niente telefonata? Quando parli con Tondelli hai provato ad accennarglielo?
        Che poi: che noia. Ti ho gia’ spiegato che a noi ebrei non importa moltissimo della pessima reputazione di Israele presso questi lettori immaginari. Prima di tutto perche’ sono immaginari, secondo perche’ non c’e’ nulla di nuovo, l’Italia e’ il Paese che ha approvato le leggi razziali e dopo la guerra ha lasciato indisturbati quelli che se ne erano arricchiti, e spesso riciclati nel Partito Comunista. Si da’ semplicemente per scontato che persone come te (e Tondelli) che non hanno mai conosciuto un ebreo in vita loro, si trastullino con il teatrino della loro fantasia, in cui hanno bisogno dell’ebreo / dell’americano, del protestante, cui affibbiare il ruolo del cattivo. Ma non c’e’ da preoccuparsi: ripeto, da decenni non ne azzeccate una e adesso siete rimasti in pochi. Tanto pochi che persino qui devi moltiplicare il numero dei nick con cui ti firmi, per sentirti meno solo.

  3. torrent ha detto:

    Beh però non pensi più che sia Leonardo. E’ già un piccolo passo avanti…sulla srada della sanità mentale.

    • nahum נחום ha detto:

      stai facendo tutto da solo: dici che non parli di Israele, e continui a parlarne, dici di essere Tondelli e poi dici di non esserlo, dici che smetti di commentare e poi (nulla da fare, proprio non riesci a trattenerti) eccoti di nuovo. Tutti segni di malessere. E difatti provi una gran nostalgia per quando i sionisti venivano messi in manicomio criminale. E anche in questo sei proprio simile a Tondelli. (contento? Ti senti meglio ora? torna pure a trovarmi, mi raccomando)

      • Anonimo ha detto:

        No, no, che fosse Tondelli lo hai scritto tu all’inizio: “Tondelli, perche’ cambi nick in maniera cosi’ puerile da farti riconoscere?”.

        Fai finta di non ricordare? O forse era sempre il malvagio Tondelli, cambiando nick per far finta di essere te?

      • nahum נחום ha detto:

        Veramente lo ha scritto lui stesso, il 21/10/2014 alle 14:44 E se vuol provare di essere una persona diversa (lo capisco, eh. Che e’ imbarazzante venir scambiato per Tondelli) puo’ sempre convincere il suo beniamino a farmi una telefonata. Ma magari Tondelli 1 non ascolta Tondelli 2. Il che in effetti spiegherebbe i problemi di Leonardo con la realta’. P. es. la famosa crisi economica decennale, che affliggerebbe l’economia di Israele, e che vede solo lui.

  4. Uriel Fornelli ha detto:

    Chi è questo Tondelli? Lo banno.
    E’ simile a me? Allora non lo banno.
    Anzi sì.
    Perchè di Fornelli ne esiste solo uno.
    Isn’t it?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...