Probabilmente la Resistenza italiana non e’ stata un momento di grande valore militare. Il Fascismo sarebbe stato sconfitto anche senza l’apporto dei partigiani. Ma poco importa. Perche’ il sacrificio dei migliori italiani di quella generazione ha permesso che l’Italia uscisse dal Fascismo a testa alta, perche’ dentro quella temperie italiani di diverse appartenenze politiche (comunisti, liberali, socialisti, monarchici, cattolici) hanno saputo lottare e lavorare assieme.
Non e’ l’aspetto militare, quello che conta. E’ la memoria che se ne e’ creata, e che e’ passata lungo le generazioni attraverso racconti, libri, storie, canzoni… Come questa, bellissima, di Leonard Cohen, cantata qui da Esther Ofarim, cantante israeliana nata nel 1941 a Safed. Sionista, sionistissima, compare anche nel film Exodus .
Un paio di giorni fa gli organizzatori della manifestazione del 25 aprile hanno deciso di espellere gli ebrei dal corteo. Sara’ permesso agli ebrei partecipare, certo, ma come individui e non come collettivita’. Vengono in mente le guide che durante il comunismo portavano i turisti a visitare Auschwitz, ed elencavano le vittime per nazionalita’: russi, polacchi, rumeni, moldavi, ucraini … senza mai nominare gli ebrei. Che erano stati uccisi perche’ ebrei.
Per gli organizzatori di quella manifestazione, e per i codardi che danno loro ragione o peggio cercano di mediare: i testi di Leonard Cohen e le canzoni di Esther Ofarim, e centinaia di opere d’arte grazie a cui generazioni di europei hanno imparato la Resistenza, sono proibite in quella Palestina che dite di rappresentare.
Che vi si sfaccia la casa, e i vostri figli abbiano schifo di voi.

P.S. La patetica scusa che sento in queste ultime ore, “ma sara’ di Sabato, e noi di Sabato non sfiliamo” ignora la storia della Brigata Ebraica, che -quelli erano i tempi- scese persino in agitazione contro l’amministrazione inglese. Perche’? Perche’ gli inglesi, pensando di rispettare “le tradizioni dei nativi” avevano bandito il maiale dalla mensa. I sionisti di quella generazione non volevano essere trattati come “nativi”. Avrebbero certo sfilato di Sabato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

10 risposte a

  1. Pingback: Libertà? | lgazometro

  2. Vuk ha detto:

    Ehm, scusa l’intromissione. Mi spieghi la parte dei “nativi”?
    Non l’ho davvero capita.

    PS
    Ma alla fine se non sbaglio hanno fatto retromarcia gli amici degli amici dei palestinesi…
    O non è ancora finita (o magari sono rimasto indietro di qualche giorno)?

  3. Vuk ha detto:

    Ah, purtroppo quelle persone che hanno combattuto fin da subito sono uscite a testa alta dalla guerra.
    L’Italia no. Il marchio dei “badogliatori” in ambito internazionale ce lo abbiamo ancora. E’ nato già prima, credo (l’entrata in guerra del 1915 è stata una delle più grandi vigliaccate del secolo, soprattutto verso i contadini, operai e poveracci vari, mandati a morire al fronte). Ma dall’alleanza con la Germania Nazista il nostro onore era già finito nel gabinetto. Fare da lecchini a gente che ci disprezzava, nel migliore dei casi. Nel peggiore, poi verificatosi, tradire quelli a cui si leccava il culo e vendersi ai più forti (dopo aver già fatto crepare un sacco di gente e aver fatto distruggere tre quarti di paese).

    Una volta pensavo che i sudamericani avessero i paraocchi.
    Ora li capisco, un po’, non credo del tutto.
    Vivere in uno stato che ti considera carne da macello, un numero, a volte un ostacolo da rimuovere per realizzare le porcate stupide e senza sbocchi di certi giri di capetti che non contano un cazzo ma sono lieti di potersi sedere ai tavoli internazionali che contano. Anche solo a fare da tirapiedi a capi di altri stati, sperando di avere le briciole.
    Bleah!

    Scusa lo sfogo estemporaneo.
    Ciao.

  4. nahum נחום ha detto:

    i “nativi”. Era il paternalismo dell’esercito inglese. C’erano battaglioni per ognuna delle colonie, e venivano rispettate le “tradizioni locali”, senza chiedere l’opinione ai diretti interessati. Cosi’ alla Brigata Ebraica venne servito cibo senza maiale, senza chiedere prima la loro opinione, come se fossero truppe coloniali. E loro si incazzarono. Fu la prima volta nella storia che un gruppo di ebrei sciopero’ per avere del cibo non kasher. Vittorio Segre racconta la vicenda nel suo “Storia di un ebreo fortunato”.
    non so come stia andando la questione 25 aprile. Vedremo.

    • Vuk ha detto:

      Ah, ora capisco, più o meno.

      MA ad infiammare gli animi c’era per caso anche la questione del protettorato inglese in Medio Oriente e le sue politiche?

      • nahum נחום ha detto:

        Ovviamente si’. Non tutti gli inglesi erano contenti che si fosse formata una Brigata Ebraica.

      • Vuk ha detto:

        Grazie della risposta.

        Dimenticavo.

        Quadrelli avrà scritto un post di almeno quarantamila parole su sta roba!
        Io quando il PD fa qualche boiata totalmente incoerente e/o particolarmente disgustosa vado là, leggo le prime dieci righe, e mi faccio quattro risate.
        Non so mai cosa aspettarmi dai suoi contorsionismi dialettici, a parte la conclusione finale su buoni & cattivi e giusto & sbagliato.

      • Vuk ha detto:

        Beh, io mi riferivo agli animi degli ebrei, visto che il paternalismo (per di più colonialista) viene dato per scontato da chi lo pratica e fa molto incazzare chi lo subisce.

  5. Rork ha detto:

    La versione di Cohen è molto bella e probabilmente la più famosa, ma la canzone non l’ha scritta lui; la storia, anzi le storie, dietro alla canzone è anche più interessante:
    http://en.wikipedia.org/wiki/La_Complainte_du_Partisan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...