Qualcuno ci restera’ male.

Notizia di oggi: in Israele e West Bank cresce il numero e la percentuale di neonati ebrei. Donne ebree ed arabe hanno mediamente lo stesso numero di figli.

A tutti gli effetti e’ la sconfitta di quei demografi che avevano paventato il rischio di un Paese a maggioranza araba, e dedotto frettolosamente che Israele avrebbe dovuto abbandonare i territori palestinesi. Altrimenti, ammonivano -in perfetta buona fede, va detto- gli israeliani si sarebbero trovati  di fronte alla scelta se essere il Paese del popolo ebraico (in cui gli ebrei sono la maggioranza) oppure essere una democrazia, dando il voto alla popolazione araba della West Bank. La quale, speculavano i demografi, avrebbe in poco tempo superato numericamente la popolazione ebraica.

In realta’, come ha accennato oggi Netanyahu nello spazio di pochi anni Israele potrebbe annettersi la West Bank e dare completo diritto di voto  alla popolazione residente, senza conseguenze sul carattere ebraico della maggioranza della popolazione complessiva. E quindi dello Stato. Israele puo’ restare un Paese democratico ed ebraico anche se mantiene la West Bank.

Bisogna poi tenere presente l’immigrazione. E’ assai probabile che nei prossimi anni assisteremo a una immigrazione di massa dai territori ex sovietici e dalla Francia, specie se continuano episodi come questo. E a questi profughi bisognera’ pure dar casa.

Certo c’e’ l’ANP: quella organizzazione guidata da Abu Mazen, un ottantenne che ha avuto due infarti e di cui non si conosce il nome di alcun possibile successore. E che minaccia ogni mese di sciogliersi. In ogni caso dovra’ fare i conti con il prossimo inquilino della Casa Bianca, che con tutta probabilita’ sara’ qualcuno che ha meno problemi di Obama con il governo di Israele.
E chissa’ per quanto tempo la popolazione araba e’ disposta a tollerare di venire oppressa da una elite facoltosa, sognando una impossibile indipendenza. Probabilmente preferiscono essere cittadini israeliani.

Certo, qualcuno la prendera’ malissimo.  A volte viene da chiedersi come mai ci sia gente che si esercita in previsioni catastrofiche su Israele. Partendo da premesse sbagliate, come la famosa crisi economica decennale, che in realta’ non c’e’.  Perche’ questa gente scambi le proprie fantasie per la realta’ non lo so e non lo posso sapere. Certo sottovalutano le armi segrete degli ebrei (che poi sono solo due parole, no alternative)

Ma il piu’ delle volte si tratta di sfigati. Gente che considera una vittoria avere il 5% dei consensi  e guarda con nostalgia ad un periodo in cui la sinistra era priva di responsabilita’ e poteva pertanto esercitarsi senza alcun rischio a profetizzare la sventura altrui.

Sbagliando clamorossamente, come si vede.

AGGIORNAMENTO. Ci e’ rimasto male (se il mio orologio e’ esatto, questo tizio sta twittando appena uscito da scuola. Per dire le ossessioni)

Screenshot 2015-11-19 13.29.54

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Leonardeide, Paturnie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...