In cerca di risposte

E’ un periodaccio. C’e’ confusione e siamo tutti disorientati. Non vi sentite anche voi privi di guida morale? Voglio dire, all’epoca della guerra in Irak le cose erano piu chiare. Dico, quando i neocon hanno iniziato a distruggere il Medio Oriente per rafforzare Bibi  (e infatti adesso Netanyahu e’ ancora in sella) per poi proseguire il genocidio dei palestinesi con la scusa dell’Olocausto male assoluto. Il tutto seguendo i Protocolli dei Savi di Sion. All’epoca le cose erano chiare. Adesso c’e’ confusione.

Eppure io sono genuinamente interessato a sapere quali siano le posizioni prevalenti, di fronte alla complicata situazione geopolitica mediorientale, in quella area politica che alla guerra si’ e’ opposta, e ci ha spiegato da tempo che non esiste alcun scontro di civilta’.

Dunque:
la Turchia e’ brava perche’ manda le flottille contro gli ebrei, anzi no contro lo Stato ebraico, anzi no contro Israele, anzi no contro il governo ebraico di Israele, insomma vedono tutti che l’antisemitismo non c’entra.
Putin  e’ bravo perche’ non e’ americano, e gli americani sono cattivi e gli israeliani cattivissimi e tutte le volte che l’Europa si allea con gli americani diventa cattiva anche essa, e quando non mette abbastanza impegno contro gli ebrei, cioe’ contro il sionismo, cioe’ a favore dei palestinesi, cioe’ aiutando Hamas, allora l’Europa e’ pavida e vile, o forse cattiva anche essa.

Abbiamo ora davanti agli occhi lo scontro tra due modelli di sviluppo alternativi al capitalismo, due degli esempi di “un altro mondo e’ possibile”, due tra i nemici dei neocon. Russia e Turchia stanno a darsele di santa ragione, invece di allearsi e attaccare Israele e cacciare finalmente gli ebrei  scusa, volevo dire: i sionisti a mare; il che come tutti sanno inaugurerebbe un’era di pace laica e prosperita’ in tutto il medio oriente.

Ecco, siccome loro avevano ragione, come sempre; e siccome noi avevamo torto, come sempre. Adesso vorrei da loro delle indicazioni per orientarmi nel pasticcio. Stavolta infatti e’ difficile orientarsi, perche’ non si vede da che parte stanno gli americani (cattivi! cattivi! cattivi!) e nemmeno Israele (verra’ distrutto! faremo una democrazia con gli ebrei in minoranza!). Quindi quando non si sa dove sono i cattivi cui opporsi diventa difficile sentirsi buoni. Da qui, il mio profondo senso di disorientamento.

Che fanno i pacifisti? Che vogliono adesso? Vogliono la vittoria della Russia, e una sconfitta della Turchia, quindi niente piu’ flottille, niente piu’ martirologi, niente piu’ santini di Arrigoni da esibire? O vogliono la vittoria della Turchia; e quindi dell’ISIS? Ma a questo punto potrebbero essere cazzi amari per i loro beniamini dell’OLP e derivati; cazzi persino piu’ amari di quelli che esperiscono ora sotto il tallone di Israele (cattivissimo! cattivissimo!)

Perche’ Russia e Turchia non uniscono le forze e non fanno un bel corteo pacifista, fermandosi a deporre una pacifica bara vuota sulle scale della sinagoga, cui far seguire una pacifica azione terroristica che non c’entra nulla con quella bara (vediamo di non demonizzare!) e che si sarebbe comunque evitata se gli ebrei si fossero smarcati dal sionismo?

(e che diamine, adesso non si puo’ nemmeno mettere una bara sui gradini di una sinagoga e ci si trova accusati di fomentare un odio antisemita, che in realta’ non esiste perche’ le vere vittime sono musulmane e che ripeto, dovrebbe invece spingere gli ebrei a smarcarsi dal sionismo….)

Come si vede, e’ una domanda sincera. Perche’ li vedo un po’ silenziosi, adesso; indubbiamente, sono vittime di una inspiegabile ostilita’ da parte dei media.  Ma e’ anche vero che non ci sono cortei di massa per la Palestina, per esempio. Eppure di palestinesi ne muoiono, in Siria… forse siccome sono ammazzati da arabi sono un po’ meno palestinesi degli altri, ecco. 

Perche’, ricordate: ai pacifisti importano solo i diritti dei palestinesi: non stanno mica cercando scuse per fomentare antisemitismo. E solo perche’ ci tengono alla vita di noi ebrei, ci suggeriscono garbatamente di smarcarci dal sionismo. Loro sono pacifisti, capite; ma qualcosa di brutto puo’ sempre succedere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

9 risposte a In cerca di risposte

  1. Mike - L'uomo da un braccio solo ha detto:

    Ma guarda che la situazione è ancora più confusa anche tra i guerrafondai terzoposizionisti. Alcuni di loro ritengono che Putin faccia parte del megagomblotto ebraico e che faccia finta di scontrarsi con gli USA. E la prova sta nel fatto che Putin è andato in visita in Israele e si è pure messo lo kippah in testa (ovvove!!! ovvove!!!)

    Poi ci sono i confusi rivoluzionari che pensano che l’ISIS sia un glorioso movimento rivoluzionario perchè i video dei tagliagole gli ricordano le ghigliottine di Robespierre.

    • nahum נחום ha detto:

      terzoposizionisti, intendi l’estrema destra? Racconta, racconta, e’ un mondo che conosco poco.

      • Mike - L'uomo da un braccio solo ha detto:

        Li conosco indirettamente. Pare che durante il conflitto in Ucraina il fronte di destra sia sia spaccato in due: una parte stava con gli ucraini una parte con la Russia. Ci sono alcuni irriducibili vuoi per orgoglio, vuoi per non so che altro, hanno inventato una teoria rocambolesca secondo cui Russia, USA e persino Iran sarebbero d’accordo tra di loro per spartirsi il mondo alla maniera dei savi di sion ai danni ovviamente dei cammarati.

        Alla fine della fiera comunque l’accusa di fondo rivolta a Putin è quella che gli arabi si fanno tra di loro: “Non fa abbastanza contro Israele. E se fa poco magari vorrà dire…..”

  2. ysingrinus ha detto:

    Quanti dubbi, quante incertezze!

  3. Marta ha detto:

    In tutto questo, se pensi che un intervento possa avere senso (i fascisti non se ne vanno perché chiedi gentilmente) ma un intervento fatto alla carlona (come questo) possa solo peggiorare la situazione, ti trovi in compagnia pessima ovunque ti giri.

    • nahum נחום ha detto:

      guarda, io non so bene cosa pensare, mi sembra impossibile sconfiggere l’ISIS senza tagliare i finanziamenti (lo scrive anche il Sunday Times di oggi) ed evito di pronunciarmi sull’intervento militare. Ma il pubblico degli oppositori del suddetto intervento… mamma mia, sembrano proprio confermare l’intuizione che ebbe Marco Pannella, quando io avevo ancora i calzoni corti. Non c’e’ peggio fascista di certi antifascisti, non c’e’ peggior militarista di certi pacifisti, impegnati solo ad esorcizzare la parte cattiva di se’. Che e’ tanta.

      • Marta ha detto:

        Concordo, tagliare i soldi è necessario, potrebbe ridurre drasticamente la necessità di intervento militare. Anche perché quelli che mandano i ragazzini a crepare promettendo il Paradiso di solito stanno nel bunker, se non alle Cayman o a Monaco.

        Ma tu ce li vedi gli ex compagni di scuola del PM che rinunciano a un’area di investimenti?
        (A proposito: hai mai letto “What a Carve Up!” di Jonathan Coe?) L’intervento toglie attenzione ai tagli allo stato sociale, smaltisce le scorte militari, win-win.

        Ma i pacifisti: sconforto. Poi, sarà essere un’italiana che deve spiegare come “spaghetti mandolino monumenti” convive con “delitto d’onore attenuante legale fino al 1981”, ma tutti questi mi sembrano tendere a una versione accettabile (in nome del “rispetto”!) delle esposizioni ottocentesche con gli esotici africani in gabbia.

        Ma poi dall’altra parte sento la teoria di “nessuna donna vuole portare il velo”, che poi diventa rapidamente “nessun gay può essere cristiano/ebreo/musulmano/whatever”, e – ecco, cerco di pensare che finalmente ho un forno e posso cucinare le ricette di Yotam Ottolenghi e Sami Tamimi. 😉

        [Yotam Ottolenghi e Sami Tamimi: ottimi cuochi gerosolimitani, emigrati a Londra, gay. Il primo ebreo, il secondo arabo. Mi fanno sempre pensare che c’è speranza, e forse passa per l’hummus.]

      • nahum נחום ha detto:

        piu’ Hummus, meno Hamas.
        🙂

      • Marta ha detto:

        OK, questa la uso.

        Felice, felicissimo Hanukkah a te e a tutta la famiglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...