La satira della villana

E’ passato qualche mese dal massacro della redazione di Charlie Hebdo, quando eravamo quasi tutti Charlie. Dico quasi perche’ -e li avrete incontrati anche voi- ci sono stati quelli che hanno colto l’occasione per ammonire noi comuni mortali, esterrefatti ed inorriditi, che con l’Islam non si scherza, perche’ i musulmani sono poveri ed oppressi. Argomentazioni che sono comparse qua e la’ in Italia, per esempio (e ti pareva) su Internazionale in traduzione, ma le si trova anche in siti e blog italiani.

Pero’ c’e’ una cosa che vorrei capire.

Sfottere Maometto è razzista, per le ragioni dette sopra.
Invece quando la Littizzetto negli anni 90 faceva la coattona sottoccupata di periferia, con una vita senza prospettive, e che poteva al massimo aspirare a fare la cassiera in un fastfood allora era umorismo raffinato e divertente?

MinchiaSabbry, ma che roba seria che e’ la societa’ multiculturale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...