Un conflitto difficile

Sappiamo tutti che il conflitto tra israeliani e palestinesi, o tra ebrei e arabi, o tra ebrei e musulmani e’ un conflitto molto difficile,  complesso e complicato. Difficile, quasi impossibile, da riassumere in poche righe: lo sappiamo tutti, lo diciamo sempre.  Eppure ci sono episodi che lo riassumono.

Come quello di oggi. Una donna ebrea di trent’anni, incinta, viene accoltellata da un terrorista arabo. Una guardia spara, il terrorista e’ ferito. Ed in questo momento sta ricevendo cure all’Hadassah Hospital di Gerusalemme.

La vittima si chiama Michal Froman ed e’ la nuora del rabbino visionario Menachem Froman, che sognava una convivenza tra arabi ed ebrei e riusciva a farsi ascoltare persino dai capi di Hamas. Ha molte ferite alla parte superiore del corpo, ma ce la dovrebbe fare.

Il criminale arabo ha diciassette anni. Voleva, ricordiamo, uccidere una donna incinta. Sta ricevendo cure in un ospedale ebraico. 

Nel 1948 un convoglio di medici ed infermieri ebrei diretti verso quell’ospedale venne assalito e massacrato da terroristi arabi. Fecero ottanta morti.

E buona Giornata della Memoria a tutti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Leonardeide, Paturnie. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Un conflitto difficile

  1. rachelgazometro ha detto:

    Mia nonna diceva sempre : “Quel che dai riceverai “. Tra israeliani e palestinesi non funziona propriamente così.

  2. Elisabetta ha detto:

    Giornata della Memoria a Corrente Alternata, direi…

  3. Finrod ha detto:

    [mode Tondelli on] Froman viveva nella West Bank occupata, altro che convivenza, rubava l’acqua ai contadini palestinesi, la nuora lo fa ancora, anzi peggio: era pure incinta, tra un po’ ci sarà un altro colono, cosa può fare un ragazzo, di una famiglia che vive lì dal Neolitico, se non resistere? [mode Tondelli off]
    Il mondo non è complicato, per molti…

    • Animabella ha detto:

      [mode Tondelli ri-on] E sappiamo quanta acqua consumano, questi sionisti… sempre lì a lavarsi e a rimuovere le proprie fragranze naturali, per sostituirle con sterili lezzi di sapone. Non solo: irrigano dappertutto. Perché non gli basta cancellare la natura dal proprio corpo e il Popolo Palestinese dalle terre degli avi Filistei: fanno anche l’impossibile per sopprimere il deserto, cioè il più prezioso e suggestivo paesaggio della Palestina. Interferendo con gli equilibri della Madre Terra e creando scompensi ecologici…[mode Tondelli ri-off]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...