Va di gran moda il meccanismo di difesa psicologica noto come negazione.
Di questi tempi nella sbroccosfera non sei nessuno se sul tuo bravo blog, sulla pagina facebook o altro, non esibisci una tua versione del noto KeepCalm&CarryOn, preferibilmente con supporto di statistiche che confermano che non c’è alcun allarme terrorismo.
Si tratta solita premessa al consueto pippone ricamato, attaccato al gancio  legnanesi-Mabiliadel  cui prodest? “Se non c’è allarme terrorismo perché ci fanno credere che ci sia?” vien da chiedersi e la risposta, ovviamente è puntare il dito sul panico diffuso ad arte da loro, i soliti Neocon-Sionisti-Americani-PresidenteMorsi-MatteoSalvini (e non dimenticate la Mabilia dei Legnanesi) che controllano i media e vogliono introdurre la militarizzazione della società, isolarvi dagli amici, mettervi i cookies nel computer e tutto perché siete scomodi e il potere vi temono, visto come siete importanti, mica dei pirla qualunque.
Questo ovviamente è il messaggio che ricevete se date appena appena un po’ di corda ai santoni della sbroccosfera. Roba per iniziati, insomma. Se invece vi limitate a leggere scoprirete che le statistiche ci dimostrano che per terrorismo islamico muore davvero poca gente, quindi basta fare bailamme.

Schermata 2016-03-27 alle 13.04.18

syndet2sm

La sinagoga accecata, Cattedrale di Strasburgo

Naturalmente c’è anche il sotto-testo antisionista, pensato per voi che leggete un po’ dappertutto che gli ebrei europei se ne vanno, emigrano verso Israele. Il Tondelli per esempio prima negava il fatto, poi rifiutava di parlarne, adesso spiega che questi ebrei in fuga dalla Francia sono dei folli accecati da fanatismo ideologico (un attimo di silenzio, signori: Tondelli che discetta di persone accecate dall’ideologia) perché, ahiloro che nessuno li ha ancora convertiti alla vera religione. E insomma, questi giudei, accecati dal fanatismo e dalla paura, manipolati dal governo Netanyahu, dalle centrali del potere sionista, dai neocon, da Matteo Salvini (e dalla Mabilia dei Legnanesi) pensano di essere al sicuro e invece non lo saranno mai, perché colà rubano la terra ai palestinesi ed in Europa, comunque, sono più al sicuro.

Il che comunque è una cazzata madornale, perché  in Europa tutti i luoghi ebraici, sinagoghe, scuole, negozi kasher, centri culturali, palestre del Maccabi, sono a rischio e presidiati da polizia. Laddove in Israele di luoghi ebraici, sapete com’è, ce ne è talmente tanti, ed il pericolo diviso per ogni luogo, è infinitamente minore, anche per via della presenza del tanto cattivo muro dell’apartheid. Questo punto non è sfuggito  ai lettori del Tondelli, che lo avrebbero voluto più aggressivo verso Israele, ma sulla faccenda chissà come mai adesso ha abbassato i toni, parla di Israele sempre meno e sempre più di malavoglia. Chiedete al Contadino della Galilea per referenze.

Schermata 2016-03-27 alle 13.19.29

Ma anche questo sottotesto antisionista è roba in qualche modo per iniziati, sono rivelazioni che vi verranno elargite se iniziate una qualche conversazione. Se vi limitate alla prima lettura vedrete che la sbroccosfera si limita ad elargire rivelazioni statistiche che sono però alquanto accorate quanto  provengono da esponenti più attempate.
(Parentesi: ma come invecchia male ‘sta gente. Acidi incazzosi e predicatori. Deve essere terribile guardare indietro alla propria vita di militanti e rendersi conto di aver ottenuto meno di un cazzo. In che modo pensano di poter dare lezioni, dopo la serie di fallimenti che hanno infilato, è una questione psicologicamente interessante). Leggete questo passaggio, per esempio:

Schermata 2016-03-27 alle 13.30.22

Che è come dire, con tono tipo da vecchia e consumata maitresse alla ragazzina che ancora non conosce gli uomini: “Ehi voi giovani date retta a me che la so lunga, il terrorismo fa parte della vita quotidiana, si tratta di accettarlo come si accettano le malattie o gli incidenti stradali. Diventerete grandi anche voi e non vi farà più impressione, ve lo dico io che ho il doppio dei vostri anni e ne ho viste tante, l’ETA, l’IRA, le BR e pure gli affini”.
In sé, al netto della minimizzazione, al netto del solito sottotesto Sono colpe dell’Occidente, le abbiamo causate noi ce le meritiamo non è neanche un ragionamento completamente sbagliato. La violenza politica, in forma di attentati o di terrorismo di cui sono vittime i civili, è una costante della storia del Novecento, descritta bene, tra gli altri, da Arthur Koestler.
Ma quel che rende ridicola la affermazione della signora di cui sopra è che lei stessa ha una fede incrollabile nella giustizia della causa palestinese ed ogni settimana ci fa sapere che i palestinesi sono destinati a vincere, il sionismo è finito oggi no, domani nemmeno, ma dopodomani sicuramente, e dal massacro dei pochi ebrei rimasti emergerà un laico ed islamico Stato arabo di Palestina. Le sfugge il fatto che l’arma dei suoi amatissimi palestinesi per realizzare tale obiettivo di sogno sia prevalentemente il terrorismo, e che da decenni noi israeliani abbiamo imparato che “come con gli incidenti stradali o le malattie, se ti tocca amen, e sennò meglio”. Quindi vadano pure avanti con i loro attentati, noi ci si adatta e se possibile si contrasta. Con buoni risultati, vedi statistiche.
Fa piacere che qualcuno ci copi. Certo, se smettesse pure di spararci addosso sarebbe un passo avanti, ma dubito che ci arrivi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...