Ringrazio i laburisti (e una parola su Massimo D’Alema)

Il mondo ebraico e’ notoriamente litigioso e diviso al suo interno, ma ha trovato una inaspettata unita’ a seguito della scoperta (un pochino tardiva, diciamo) di correnti del Labour Party che si rifanno alla fetida e nefanda tradizione antisemita della sinistra paleomarxista e filo-islamica.

Rabbi Danny Rich, direttore di Liberal Judaism e militante laburista (nonche’ co-fondatore del gruppo pacifista Yachad) afferma che l’antisemitismo nel partito laburista e’ un “institutional problem“.

Rabbi Laura Jenner-Klausner, figlia di un autorevole esponente del Partito Laburista stigmatizza coloro che ritengono che tutti i popoli abbiano diritto all’autodeterminazione, ma non gli ebrei.

E a queste voci si unisce oggi quella del rabbino capo ortodosso, Rabbi Ephraim Mirvis, che denuncia il “severe problem” di antisemitismo che il partito laburista deve affrontare al piu’ presto se vuole essere credibile con tutti gli elettori.

Per quanto riguarda i dirigenti degli organismi “laici” dell’ebraismo inglese, il Board of Deputees, organizzazione che rappresenta tutto il mondo ebraico, comunica di essere sotto shock per la scoperta della vastita’ del problema

Va comunque detto che il Partito Laburista ha annunciato la costituzione di una commissione di inchiesta sull’antisemitismo, e chiesto la collaborazione del Board of Deputees.

(C’e’ qualcuno nel mondo ebraico italiano che ha il coraggio di dire le stesse cose a Massimo D’Alema?)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ringrazio i laburisti (e una parola su Massimo D’Alema)

  1. Finrod ha detto:

    ciao, se ne hai il tempo, mi piacerebbe leggere qualcosa di più su questo argomento, perché ultimamente non posso stare molto davanti al pc (e in genere sono in posti dove la connessione ad internet è da lenta ad inesistente), e non sono riuscito a capire se tutto questo sia “colpa” di Corbyn oppure se al contrario quest’ultimo stia facendo “pulizia” (magari obtorto collo) rispetto a chi l’ha preceduto (dopo tutto persone tipo Naz Shah nel Labour c’erano da tempo, e le loro posizioni erano note), o una via di mezzo…

    • nahum נחום ha detto:

      Allora: il problema c’e’. Probabilmente oppositori di Corbyn speravano di usarlo per costringere Corbyn alle dimissioni dopo le elezioni che (si prevede) andranno male per i laburisti, anche se non a Londra (poi magari tutte le previsioni sono sballate, vai a sapere). Chi sono questi oppositori di Corbyn? Gente del suo giro, certo non i Blairiani, che sono stati a guardare tutto questo scannamento. Comunque e’ chiaro che Corbyn non si dimettera’, comunque vadano le elezioni: istituire una commissione di inchiesta, i cui risultati arriveranno dopo il Brexit e’ stato un vero colpo di genio.
      La faccenda e’ iniziata con Naz Shah, che si e’ scusata, e che tutto sommato e’ credibile, e anzi stava preparando un viaggio in Israele per fare pace con la comunita’ ebraica. Avrebbe potuto finire li’, ma Livingstone e’ saltato subito dentro la mischia per difenderla (non richiesto). La Shah aveva scritto una lettera di scuse agli ebrei, “qualcuno” del giro di Corbyn la ha corretta, cancellando la parola antisemitismo. Perche’ Livingstone si sia buttato dentro la mischia non lo sa nessuno, pare sia molto incazzato con McDonell, membro del governo ombra. Come vedi, la questione e’ interna al gruppo di estremisti che ha conquistato il Labour via Twitter…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...