Il vassoio d’argento

Natan Alterman – Il vassoio d’argento

E la terra starà in silenzio,
Il cielo rosso si oscurerà lentamentehqdefault
Sopra i fumi al di la’ della frontiera,
Allora il popolo si alzerà
Straziato nel cuore, respirando a malapena
Per salutare il miracolo, il più grande miracolo.

Quando la cerimonia si avvicinerà alla fine
Si alzeranno tutti per tornare a casa, alla luce della luna,
Fresco il ricordo del terrore e della gioia,
Allora due giovani, un ragazzo, una ragazza verranno a questa nazione.

Con l’uniforme ancora addosso, sporchi, le scarpe pesanti di fango,
verranno loro incontro in silenzio.
Non avevano tempo di cambiarsi d’abito
o di asciugare il sudore dalla loro fronte.

Stanchi di una fatica infinita,
senza aver mai avuto tempo per riposare,
eppure sul loro viso ancora si vede la rugiada della giovinezza.
E si metteranno sull’attenti, senza dare segno di vita o di morte.72c59db0e1331e9b0233dc24c4a802f5

Allora una nazione stupita in lacrime chiederà loro: “E voi chi siete?”
E loro risponderanno a voce bassa: “Noi siamo il vassoio d’argento
su cui vi è stato offerto lo Stato ebraico”.

Questo diranno e poi torneranno nelle tenebre
E il resto sarà scritto
Nelle cronache di Israele.

(Qui l’originale, e la traduzione inglese)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il vassoio d’argento

  1. dmitri ha detto:

    Ho avuto il privilegio di conoscerli,
    lui non è più, lei è ancora forte e i loro frutti sono già alla seconda generazione.

  2. rachelgazometro ha detto:

    Grazie per aver condiviso con noi queste parole così belle e commoventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...