Lui che non è antisemita

Gli antisemiti non sono di solito persone molto intelligenti. Il loro repertorio è molto limitato. Me ne accorgo persino io, che uso Internet prevalentemente per scoprire se devo includere i tachanun nei tashlumim di Mincha, e per seguire la stampa ebraica.

Ho notato quindi delle argomentazioni ricorrenti che sono appunto solamente tre. Beninteso si tratta di cazzate. Come vi spiego con qualche nota qua sotto.

Non dico nulla sugli ebrei come razza ma critico solo il loro Stato/la loro religione/il loro potere“. Molto diffusa la versione “Non sono razzista quindi non posso essere antisemita”. 
evolaRisposta: anche Julius Evola era convinto che gli ebrei non fossero una razza e predicava anzi un razzismo spirituale, una rivoluzione contro lo “spirito ebraico” che dominava a suo dire il mondo moderno.  Gilad Atzmon nel suo ultimo libro scrive qualcosa di simile, contro gli ebrei che avrebbero rovinato la sinistra mondiale, imponendo politiche identitarie (ed è ebreo). Anche Agostino Gemelli, invocava il suicidio di tutti gli ebrei “che continuano l’opera dei giudei che hanno crocefisso Nostro Signore”, ma era convinto che le razze umane non esistessero.
Questi tre non razzisti loschi figuri sono per caso non antisemiti? Ovviamente no Si tratta di antisemiti, e dei peggiori. Perché antisemita non è chi ritiene che esista una razza ebraica. Antisemita è chi mette in circolo leggende contro gli ebrei per negarne il diritto alla auto-identificazione e autodeterminazione. Per levare agli ebrei il diritto di definirsi tali e per imporre loro di appartenere a qualcosa di diverso.

“Vogliono  farmi tacere perché critico Israele”.
Le critiche sono tali se presentano alternative accettabili; altrimenti è malafede. Ed il suicidio di Israele (aka trasformazione in Stato sedicente laico cioé a maggioranza araba) non è una alternativa accettabile perché esporrebbe gli ebrei di nuovo alla mercé dei loro persecutori.
Quando qualcuno nasconde le proprie argomentazioni antisemite sotto il paravento di “ma io sto solo criticando Israele”, evita di entrare nel merito delle sue critiche, presentandole come “scomode verità” e quindi indiscutibili, perché santificate dal martirio di chi le sostiene.
Ovviamente il gioco retorico gli riesce (per il suo pubblico voglio dire) evocando un fantasma caro all’immaginario antisemita: quello degli ebrei che usano l’accusa di antisemitismo come un grimaldello per affermare il proprio potere (sui media, nella politica o nella società). Storia che circolava già in epoca fascista, con le vignette su Assalonne Mordivò.
Tale giochetto retorico persuade solo quelli che hanno molta paura di questa onnipresente lobby ebraica, che è tanto potente perché tanto più invisibile. In queste argomentazioni, in queste paure, non c’è nulla di razionale, dal momento che la Lobby non si vede e che l’ultimo politico israeliano che ha parlato di Auschwitz è morto da qualche decennio.
Ma non stiamo di discussioni tra persone razionali. Chi urla al mondo che la lobby ebraica lo vuole far tacere, fa appello al sentimento tribale di appartenenza alla tribù dei “critici di Israele”. Poveri martiri che come lui verrebbero zittiti dalla potente Lobby.

Jews

Terza ed ultima argomentazione: buttarla in caciara. “Anche Tizio Ebreo dice che che ci sono rabbini scemi, è antisemita anche lui, ma ve la prendete con me”
Ovviamente questa uscita serve solo a strizzare l’occhio alla platea di cui sopra. Il resto del mondo sa benissimo che c’è differenza tra dire a uno che è  un idiota e fare appello a un repertorio secolare di stereotipi e pregiudizi che, diffusi massicciamente sui mezzi di stampa, hanno portato al cancellierato della Germania un imbianchino spiantato e reso i cittadini tedeschi indifferenti quando non ostili al destino dei loro concittadini di religione ebraica.
Ci sarebbe poi anche il fatto che se un ebreo fa umorismo su sé stesso è forse una cosa diversa dal ricorso al summezionato repertorio di pregiudizi e leggende. Per dire, Tizio Ebreo probabilmente sta facendo dello spirito su un pregiudizio che, a torto o a  ragione, lui sente di subire ogni giorno.

qqxsgMohel

Ma sono cose troppo sottili per chi è  intenzionato ad affermare che quel pregiudizio non esiste e che gli ebrei lamentano antisemitismo solo per difendere dei propri privilegi. Che pensi piuttosto a smarcarsi dal sionismo (aka smettere di essere ebrei in maniera visibile) e poi vivremo tutti in pace.
Che, avete indovinato, sembra proprio una minaccia di stile mafioso. “Smettetela di appoggiare Israele, che poi potrebbe succedervi qualcosa di brutto”. E sembra una minaccia mafiosa perché è una minaccia di carattere mafioso. Anche se viene da sedicenti buoni. Che sono così diversi dagli ebrei, che sono cattivi.

anisemitismo-sx

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Israele. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Lui che non è antisemita

  1. Paolo M. ha detto:

    io sul razzismo, inteso come esistenza delle razze, mi affido ai risultati della biologia, ovvero che le razze non esistono. Lettura consigliata: “L’ invenzione delle razze. Capire la biodiversità umana” di Guido Barbujani.

    su tutto il resto, dobbiamo ricordarci che siamo dei cervelli contenenti memi che combattono tra di loro per la sopravvivenza. Lettura consigliata “La macchina dei memi. Perché i geni non bastano” di Susan Blackmore.
    Ma dobbiamo ricordarci che qualsiasi opinione abbiamo, dobbiamo sempre verificare con metodo scientifico le nostre idee con la realtà dei fatti… altrimenti si fa la fine di mazzetta e tondelli… (e di tanti altri, per esempio di chi crede per fede che l’omeopatia funziona e che i vaccini fanno male)

  2. Paolo ha detto:

    Ho una mezza idea che Tachanun sia discrezionale e non obbligatorio, perciò non credo che debba essere incluso nei Tashlumim, ma mi sa che le opinioni differiscano. Io sto sempre con quelle “lenient” 😉
    ciao!
    Un Paolo, lettore occasionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...