Una bella storia d’amore

Schermata 2017-11-07 alle 20.44.54

Questa è una bella storia d’amore. C’era questa coppia che alla fine sono riusciti a sposarsi. Nonostante le famiglie non si piacessero. Perché la famiglia di lei è originaria della città in cui vive, ed oramai sono rimasti in pochi, mentre lui è un nuovo venuto.

Dicono anzi che sia un profugo. Non proprio poverissimo, diciamo. Ha già una casa. Ha anche un buon lavoro, in banca. Ma la famiglia di lei si oppone al matrimonio.

Ah la storia avviene a Gaza. Ce la racconta Electronic Intifada, mica un sito sionista. E nel frattempo riesce a informarci che:
Di palestinesi originari di Gaza ce ne sono proprio pochi.
I profughi palestinesi sono guardati con disprezzo dai palestinesi originari.
Esiste una stratificazione sociale tra i palestinesi. Il che significa che ci sono palestinesi poveri e (oh mio Dio!) anche palestinesi ricchi.
Per esempio questo tizio, che giovane come è, è già proprietario di casa, ed ha un lavoro in banca.
Perché a Gaza ci sono banche e chi ci lavora (è una società mediterranea, dopotutto) ed è a tutti gli effetti un buon partito.
Tranne per i palestinesi originari che sono, se possibile, perfino più ricchi di lui.

Non siete contenti? Significa che a Gaza la miseria non c’è.
E poi è una bella storia d’amore. La racconta Electronic Intifada. Non un sito sionista, ripeto.

Schermata 2017-11-07 alle 20.58.54

Questa voce è stata pubblicata in Israele. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...