Giovedì podcast. Rabbits

rabbitsTanis è probabilmente il più riuscito esempio di podcast science fiction and horror. La terrificante scoperta di una dimensione parallela dove sta succedendo qualcosa che rischia di far saltare il mondo intero. Dico che è riuscito perché vi si trovano molte delle ossessioni che hanno catturato la fantasia della mia generazione: l’evento di Tunguska per esempio, o gli inediti di Lovercraft. Tutti riciclati, o rinarrati, come se fossero indicazioni verso un inquietante mondo parallelo. Successo meritatissimo, e siamo già alla quarta stagione.

Con Rabbits, lo stesso gruppo di autori ed attori (la Public Radio Alliance) prova lo stesso formato, indirizzandosi a una generazione più giovane, quella i cui genitori usavano LSD, che adesso navigano il dark web da sole, ed hanno un rapporto simbiotico con la playstation. E vivono di alternate reality.

Rabbits è infatti uno dei nomi di un alternate reality game che va avanti da decenni, forse da secoli, e che non solo rischia di far impazzire chi lo gioca, ma può anche essere mortale, o nascondere segreti minacciosi per l’universo intero. Peggio che peggio, magari voi stessi state giocando a Rabbit e non lo sapete. Avete presente quelle strane abitudini che non ricordate quando avete preso, quella app che non ricordate di aver scaricato e che si trova sul vostro Iphone, o quel sogno ricorrente che sembra uguale a quello di un altra persona che ve lo sta ricordando ora?

L’idea, ammettiamolo, è abbastanza banale. Il formato è più spartano, c’è una sola attrice con interventi molto sporadici di altri. Eppure, sarà la colonna sonora, sarà la ripetizione continua delle stesse angosciose domande, sarà che in questo periodo indecifrabile stiamo tutti cercando nel passato indicazioni che ci aiutino a capire cosa ci aspetta nel futuro, Rabbits è un capolavoro. Io lo ho personalmente ascoltato due volte, sorprendendomi di nuovo ad ogni puntata ed ogni volta riprovando le stesse emozioni. E lo straconsiglio.

Quanti gradini ci sono prima di arrivare al faro, a proposito?

Questa voce è stata pubblicata in Giovedì podcast. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...