e futuro incerto

Da una parte sono riemersi gli appunti che Bruno Schultz ha preso mentre preparava quei racconti poi pubblicati a Varsavia ma perduti durante l’Olocausto, la cui assenza è diventato il centro di un importante saggio di Jacques Derrida, che collega la figura dell’ebreo a quella del Poeta, perché esprime il proprio autentico nell’essere cosmopolita e privo di radici, giacché si invera solo nella dimensione dell’attesa messianico.

Da un’altra parte c’è l’Israele che ospita il giro d’Italia e vince il festival Eurovision, che il prossimo anno si terrà quindi a Gerusalemme, capitale dello Stato ebraico.

Chissà da che parte sta il futuro del popolo ebraico. Eh, son domande.

Questa voce è stata pubblicata in Israele. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...