Rivelazioni 52

543853956Tinto Brass e Roberto Mancini sono persone molto diverse, ma hanno in comune l’hobby delle sedute spiritiche. Si trovavano, per circa vent’anni, a casa di Massimo Cacciari ogni secondo mercoledì dei mesi dispari. Negli anni bisestili il terzo. Il medium era Camillo Langone, quello che scrive sul Foglio. Una volta Cacciari, Mancini e Langone si sono messi d’accordo per fare uno scherzo a Tinto Brass, e fargli credere che avrebbero evocato il fantasma di Leopold Sacher Masoch. Siccome ci voleva un numero dispari hanno chiesto a diverse giornaliste, ma nessuna voleva saperne di restare in una stanza buia assieme a Tinto Brass mentre un fantasma parlava di sesso. Siamo anche nell’epoca del metoo, pare dopotutto. Comunque per farla breve, quando sembrava di essere sul punto che bisognava cancellare tutto, Virginia Raggi ha accettato. Tinto Brass ha abboccato, e per un buon venti minuti ha creduto che stava per davvero parlando con il fantasma di Sacher Masoch che gli stava dando dante fantastiche idee per la sceneggiatura del prossimo film. Già pensava di proporre una parte a Rovazzi, per dire. Le cose si sono messe male quando la Raggi si è fatta prendere la mano e ha cominciato a parlare con accento di Brooklyn. Tinto Brass le ha detto “Ma cosa fai, l’orso Yogi?” E la Raggi “No, sono il fantasma di Charles Bukowski e ti dico che il prossimo film lo devi girare a Treviso”. Ma Bukowski aveva avuto una fidanzata a Treviso che gli aveva spezzato il cuore, e questo Tinto Brass lo sapeva perché era sua cugina. Così si è accorto che lo stavano prendendo in giro e ha lasciato la casa di Cacciari incazzato nero. Da lì in poi hanno smesso di fare le sedute spiritiche e quel che è peggio Tinto Brass si è portato via una edizione dei Grundrisse con dedica di Amadeo Bordiga, che a trovarla adesso vale miliardi. Di lire.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in storia segreta dell'Italia repubblicana. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...