Steven Cohen è stato il sociologo più importante dell’ebraismo americano. Una autorità accademica e politica che per decenni ha dettato la lista delle cose da fare (aka come investire i fondi) alle organizzazioni ebraiche americane e ne ha misurati i risultati in una serie impressionante di pubblicazioni, ma con una lista ridotta di indicatori di qualità ebraica. Primo fra tutti “hai figli ebrei?/stai crescendo come ebrei i tuoi figli?”.

Ovviamente le organizzazioni ebraiche per pianificare le strategie hanno bisogno di sapere quanti saranno i futuri “clienti” e donatori, e investono risorse in queste ricerche. Ma le femministe hanno più di una ragione per indicare che tutto questo significava controllo dei corpi delle donne.

Per cui c’è una certa giustizia storica nel fatto che Steven Cohen esca di scena in seguito ad accuse, non provate (per ora, ma lui si è dimesso da un po’ di cariche) di studentesse, otto per la precisione, che hanno trovato il coraggio di parlare nell’ambito della campagna #metoo.

Sono in tanti a chiedersi se l’uscita di scena del personaggio segni la fine di un’epoca e se in futuro le organizzazioni della Diaspora risponderanno ad altre domande. Quali, non lo sa nessuno. Ma la cagnara è già iniziata e al di là delle roboanti affermazioni (“Ve l’avevo detto io, questa storia dei figli ebrei è la prova che tutto l’Ebraismo è malato!” Gil Troy risponde da par suo, qui) si vede benissimo che studiosi più giovani non vedono l’ora di sedere su almeno una delle molte poltrone che Cohen ha occupato nel corso della sua carriera accademica.

Questa voce è stata pubblicata in Judaica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...