Qui non ci sono i barbari

Premetto che per me il Brexit è una cagata pazzesca, che porterà più danni che benefici all’economica britannica.
Ma.

Il razzismo non c’entra. Qui non stanno tornando i barbari. L’estrema destra è in frantumi, e nonostante la acuta regia da Oltreoceano di Steven Bannon, uno che non ne ha azzeccata mezza in decenni di carriera politica, non riescono a raggiungere consenso.
Quando creano gruppi Facebook per influenzare i Tory vengono regolarmente beccati. Altro che la massiccia presenza di antivax, terrapiattisti, nemici del NWO, survivalisti che sono ormai diventati le armate Twitter di Jeremy Corbyn.

L’elettore Brexitaro medio non è un nostalgico dell’Impero, non pensa che i negri siano esseri inferiori, non ha problemi con la comunità LGBT, non ha problemi con gli ebrei (direi che è mediamente filo-israeliano, anzi), ha amici e conoscenti indiani, tra loro spesso il suo commercialista, e nemmeno ce la ha particolarmente con i musulmani.
L’Impero non lo ha nemmeno visto (ha invece visto gli aerei della Ryan Air che lo portano in Spagna per le vacanze), non può averne nostalgia.

Se volete vederla in termini generazionali, pensate invece alla Swinging London e agli anni Sessanta. Quella è stata la formazione dell’elettore Brexitaro tipo, che non ha problemi con gli omosessuali (strano tipo di fascista) e invece teme il terrorismo islamico, e ha perfettamente ragione. E’ terrorizzato dall’idea che qualcuno possa imporre alle donne quanto e come coprirsi, abolire le serate al pub perché gli alcolici non vanno serviti, impedire alle signorine non accompagnate di uscire di casa.

Per essere chiari, in questo Paese comunità religiose di stretta osservanza, dai Plymuth Brethren ai Hareidi sono sempre esistiti. Qualche secolo fa un gruppo di loro ha preso la nave ed ha fondato gli Stati Uniti d’America. Quello che gli elettori inglesi non tollerano è che qualcuno imponga modelli di osservanza religiosa a chi ha e coltiva altre convinzioni. Il che è precisamente il programma degli islamisti oggi e dei cattolici ieri e dei puritani qualche secolo fa.

E quindi la convinzione, secondo me del tutto fuori luogo, che Bruxelles voglia imporre qua la sua legge, non ha a che fare con teorie sul fardello dell’uomo bianco, ma è piuttosto una altra versione della allergia seicentesca ai complotti dei papisti.

download

Detto questo, non c’è nulla di male a pensare che l’Europa del futuro debba essere islamica, che i diritti degli ebrei debbano essere ridotti, che Israele vada abbandonato, e che le leggi sulla libertà di stampa vadano ridotte per non offendere la minoranza di immigrati che si riconosce nell’Islamismo radicale. Io non sono d’accordo, ma apprezzo la sincerità di chi ammette che quello è il suo programma e la sinistra dovrebbe adattarvisi.
Apprezzo un po’ meno il terzomondismo piagnone secondo cui le libertà delle donne e dei gay sono sempre un po’ eccessive, e gli ebrei hanno troppo potere, e guarda con fede speranzosa agli immigrati che salveranno la sinistra.

E per far tornare i conti si inventa pericoli fascisti e razzisti dove non ci sono.

Questa voce è stata pubblicata in uk. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...