Pensieri sull’autobus

Schermata 2019-07-24 alle 09.10.25Nel 1996 ero a Gerusalemme e prendevo regolarmente il bus 18. Che a un certo punto divenne famoso.

Adesso il bus 18 è una linea come le altre, con i soliti ritardi e l’aria condizionata a palla. Mi dite chi dobbiamo ringraziare per questo ritorno alla normalità?

I nostri partner per la pace, eredi di Arafat, che continuano a onorare terroristi e criminali? Hamas, che ogni giorno ricorda al mondo di aver scritto nello statuto il loro  obiettivo finale, la distruzione di Israele e la sottomissione degli ebrei alla legge islamica?

O forse i vari Gad Lerner e Moni Ovadia, con i loro sermoni indirizzati a un posto in cui non vivono? Oppure i narcisisti ebrei di sinistra, con il loro ombelicale problematico conflitto tra sinistra e Israele? Non c’è nessun problema, compagni. E’ da molto tempo che non vi vogliono, fatevene una ragione. 

O forse, scusate se mi permetto di pronunciare il nome, il primo ministro eletto da chi  prende tutti i giorni questo autobus, vale a dire Benjamin Netanyahu?

Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...