All’indomani del voto

I miei due centesimi di euro dopo questa ulteriore batosta.

Il PD ha perso non nelle “roccaforti della sinistra” ma in posti e città dove da tempo l’associazionismo è finito. C’era in Italia centrale una impressionante serie di confraternite, Misericordie, società di mutuo soccorso, Croce Verde. Adesso fanno fatica a trovare nuovi membri. Le logge massoniche in Toscana un tempo avevano problemi a smistare le domande di affiliazione. Oggi stentano a tirare avanti. Le parrocchie sono deserte. Le chiese evangeliche sono lì per gli immigrati dal Perù o dalla Nigeria. I cui figli diventano atei. Persino pub e locali chiudono, e siamo alla vigilia dell’estate.

Questa vita associativa, nata forse nel Medioevo o in età comunale,  è durata per secoli. E’ stata l’orgoglio dell’Italia centrale.  In molti casi l’appartenenza a questa o quella società di mutuo soccorso o simili, si trasmetteva per via familiare. Questa vita sociale che ha resistito al potere clericale e fascista, adesso è finita. E’ stata rimpiazzata da un senso di appartenenza a una comunità immaginata, quella degli italiani sotto assedio. Salvini comunica, via Twitter, con elettori spaventati, che vogliono soprattutto “fargliela vedere” a quegli stessi politici che loro e i loro genitori hanno votato senza porsi problemi, in non poche volte perché li conoscevano di persona.

Una vittoria culturale, prima che politica.

Se ne può uscire? L’idea che mi sono fatto io, a quasi cinquanta anni, è che in Italia le elezioni le perde chi vuole proibire.

Per tutti gli anni Ottanta i socialisti furono il partito delle libertà individuali, i comunisti erano quello dello Stato, del pubblico, dei divieti. E i socialisti vinsero una battaglia culturale, visto che Stato e pubblico divennero sinonimo di inefficienza e poi, con Mani Pulite, di corruzione. Perché rallentavano il privato, mettevano limiti.

Negli anni Novanta Berlusconi ha raccolto quella stessa bandiera, promettendo agli elettori “libertà”, in ogni possibile senso, anche sessuale. La sinistra era pruriginosa, lui era quello delle ragazzine libere e disinibite, mostrate generosamente a Non è la RAI e simili. Solo mostrate. Quando gli italiani si sono accorti che la libertà valeva solo per lui, lo hanno abbandonato ai suoi bunga bunga assieme a Lele Mora.

Volete veramente sconfiggere Salvini? Mostrate agli elettori quanto è bacchettone e represso. Spiegate agli elettori italiani che questa destra sovranista finirà per dettare legge anche su quello che fanno a letto.

Non credo che il mio suggerimento verrà raccolto. Al momento il messaggio che sento da sinistra è che dobbiamo accettare limiti al nostro benessere per fare posto ai migranti e magari trovare un minimo di repressione comune, p.es. accettare il diritto delle donne a portare il velo. Come si possa pensare di convincere l’elettorato leghista che questa è una buona idea, non lo so. Temo che a sinistra stia per venire il tempo di quelli che non sono interessati alle elezioni perché  comunque vince sempre la borghesia.

Questa voce è stata pubblicata in Italia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a All’indomani del voto

  1. Namib ha detto:

    Non ti sorge il dubbio di aver scambiato la causa con l’effetto?

    • nahum נחום ha detto:

      Io non vedo cause ed effetti. Io vedo sintomi. Se poi uno vuole collegare l’atomismo sociale alle riforme del mercato del lavoro, e quindi incolpare il PD di aver distrutto un tessuto sociale fatto di interazioni sul posto di lavoro ed anche fuori, si accomodi. In qualche caso sara’ vero in qualche caso no.

  2. Paolo M. ha detto:

    Nel mio comune di provincia del nord italia, negli ultimi 30 anni ho visto: DC, liste civiche di sinistra e di destra, la cui vittoria era slegata dal risultato nazionale del momento. Cioè quando gli amministratori che avevano vinto le ultime elezioni facevano fesserie (scelte comunali sbagliate), alle elezioni successive non venivano più riconvermati. Ingenuamente spero accada così anche nel resto d’italia, in altre parole spero che gli italiani premino chi governa meglio il loro territorio. Per questo motivo io non dò molta importanza ai risultati comunali di tutta italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...