Avete studiato l’Olocausto?

Molto probabilmente a scuola avrete studiato l’Olocausto. Probabilmente più di una volta all’anno il/la vostra insegnante di storia avrà parlato dello sterminio degli ebrei nella seconda guerra mondiale. Inoltre avrete pure osservato in qualche modo la Giornata della Memoria.

Succede in tutta Europa. Anche in Inghilterra. Anzi l’Inghilterra spende un sacco di soldi per la Holocaust Education, anche all’estero (Polonia, per esempio) E anche se ci sarà il Brexit intende continuare a spenderli (detto per quelli che pensano che il valore dell’Unione Europea sia  l’insegnamento che dobbiamo imparare dagli orrori della seconda guerra mondiale).

E allora come mai, nonostante tutte queste risorse investite in Holocaust Education, abbiamo il leader dell’opposizione che non riesce a riconoscere un murale antisemita anche quando ce lo ha davanti agli occhi?

 

mural

Questo qua sopra è un fotomontaggio Il murale non è antisemita, è solo una denuncia dei prepotenti con il nasone che non permettono ai musulmani di giocare a Monopoli con loro. 

Una possibile risposta sta in questo agghiacciante articolo sullo stato della Holocaust Education in Inghilterra. Dico subito che quel sento dall’Italia non mi parla di una situazione molto diversa.

In sintesi, l’insegnamento della Shoah è organizzato secondo le linee guida del celebre libretto di Hanna Arendt sul processo ad Eichmann che l’illustre pensatrice scrisse allo scopo di denunciare l’ideologia sionista mentre stava in vacanza in Svizzera. E cioè.

“I mostri non esistono. Il male è sempre banale, Tutti possiamo trasformarci in burocrati dello sterminio. Non condanniamo i tedeschi per aver votato Hitler. Cerchiamo di capire. Sono persone normali come noi. Infatti anche noi siamo colpevoli di colonialismo. Per esempio guarda cosa succede ai palestinesi, loro con il nazismo non c’entrano. I nazisti sono gli occidentali, ogni occidentale è potenzialmente nazista. Anche gli ebrei. Anzi particolarmente gli ebrei perché usano l’Olocausto come scusa per dire che loro non sono colpevoli”.

Insegnare la Shoah per provare che gli israeliani sono colpevoli quanto il resto dell’Occidente non aiuta moltissimo a limitare la diffusione di pregiudizi antisemiti.

Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Avete studiato l’Olocausto?

  1. Shylock ha detto:

    Io sapevo che in diverse scuole del Continente, perlomeno nella parte più cosmopolita e illuminata e che tiene ancora a bada i mefitici populisti, tipo Francia e Olanda per capirci, l’Olocausto a scuola non viene proprio trattato, per non urtare la sensibilità degli allievi: non i figli dei bobo gauchisti ma i – come dire – diversamente kafir, che hanno modi più spicci e convincenti per far valere la suddetta sensibilità nei confronti di insegnanti non sufficientemente motivati e addestrati a esercitare coraggio civile – e fisico.
    Il fatto che le due categorie siano spesso politicamente contigue, quando non alleate, complica ulteriormente le cose, certo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...