update 5

Prosegue la arrampicata sugli specchi del prof. Tondelli.
Gli chiedo: > quindi, ecco, perche’ ti opponi alla esistenza di uno Stato che possa aprire le sue porte a profughi ebrei?
E lui risponde Perché la storia non si ripete mai nello stesso modo;
Dunque, Tondelli sta cercando di dire che, secondo lui, non succede piu’ che ebrei vengano espulsi dai loro Paesi. Perche’? Beh, perche’ la storia non si ripete mai nello stesso modo. E inoltre non ci sono piu’ le mezze stagioni. E non si trova parcheggio in centro. E non c’e’ piu’ religione. E le donne non la danno (a chi? io me lo chiedo sempre)
Ad ogni modo, cercate di leggere tutto il post e se riuscite a trovare uno straccio di motivazione, fatemi sapere dove sta, che sembra proprio ben nascosto.
Intendiamoci, e’ ovvio e banale dire che la storia non si ripete mai allo stesso modo. Difatti: negli anni Trenta e’ capitato che ad espellere gli ebrei fossero governi europei (p. es. Hitler, anche se il Tondelli, tre giorni fa, lo ignorava, vedi qua sotto). E neanche trenta anni dopo, negli anni Sessanta, e’ stata la volta dei governi arabi. Ce lo racconta questa celebre fotografia scattata da Robert Capa:

PAR112125Magari la avete gia’ vista. Si’, e’ vero, e’ stata scattata in un campo profughi, in Israele, nel 1950. Ma la bimba non e’ musulmana, e nemmeno “palestinese”. Il campo si chiamava Sha’ar Alya, era dalle parti di Haifa, ospitava ebrei in fuga dai Paesi arabi. Esatto: espulsi, chissa’ se il Tondelli lo sa.
Il campo profughi non esiste piu’. Quelli che ci hanno abitato, e i loro figli e nipoti, sono adesso parte della societa’ israeliana. Politici, manager, professori universitari o semplicemente persone che conducono la propria vita, hanno un lavoro (lo Stato di Israele glielo ha procurato) e magari si sono fatti una famiglia, e probabilmente alcuni sono anche andati in pensione.
Potrebbe essere un suggerimento per gli amici del popolo palestinese. Che da generazioni marciscono nei campi profughi in Siria, Libano e (oh oh) nei territori amministrati dall’ANP, ovvero i palestinesi stessi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

5 risposte a update 5

  1. magiupa ha detto:

    letto tutto,va bene,solito….solo una cosa,gli rinfacci la sua cultura cattolica così spesso perche sai che in fondo lui se ne vergogna o pensi davvero che cattolico-antisemita sia un equivalenza?no perchè per la mia esperienza risulta un po’ forzata.

    Quella cosuccia sul sesso e il potere è interessante,ma veramente,perchè sprecare un argomento interessante con chi non interessa nemmeno ai suoi studenti?(non è vero professore,scommetto che i suoi studenti la adorano,con l’età però arriveranno a discernere.A proposito ringrazio e contraccambio la stima.)

    • nahum נחום ha detto:

      Non credo affatto che cattolico sia equivalente di antisemita. Anzi, spesso i cattolici seriamente impegnati, particolarmente in posti come la diocesi di Milano, sono da decenni in dialogo rispettoso con il mondo ebraico. Mi capita di leggere libri di gente che insegna nei seminari cattolici che ha una cultura ebraica di tutto rispetto, e questo fa solo sperare meglio per il futuro (che gia’ secondo me volge al meglio).
      Diversa e’ la questione per chi, come il Tondelli, ha avuto una educazione cattolica e poi se ne e’ andato, senza riuscire a fare i conti fino in fondo con la sua formazione. Nella sua testa, come nella sua prosa, c’e’ una gran confusione tra lo Stato ebraico di adesso e gli ebrei del periodo di Gesu’, per come appaiono da una lettura superficiale dei vangeli (per superficiale intendo non messa nel contesto: i vangeli sono frutto -anche- di dispute tra ebrei prima e con ebrei dopo, non sono un resoconto obiettivo). Usa per condannare il primo le stesse categorie mentali che usa(va) quando legge(va) il secondo. Un approccio immaturo, da adolescente non cresciuto. Magari sono in tanti a ragionare come lui. Ma spero siano pochi. Certo sono tutti di sinistra, e pieni di spocchia verso il resto del mondo.

      • magiupa ha detto:

        OT.(visto che sei, sei stato,sarai di sx) negli anni 90 il segretario di rifondazione del mio paesello ha cambiato colore quando gli ho detto che che dx e sx la riconoscevo solo dalla camicia, rossa o nera.
        certo poi mi ha spiegato che c’erano tante differenza tra destra e sinistra-ad esempio noi siamo garantisti(non ho resistito,ho detto “rossa”)

  2. blogdibarbara ha detto:

    No, adesso ti spiego. Una volta, nella storia, un tiranno ha deciso di sterminare gli ebrei, e ne ha effettivamente sterminati un bordello. Ora, dato che la storia non si ripete mai nello stesso modo, se dovesse venir fuori di nuovo un diranno deciso a sterminare gli ebrei MA esiste lo stato di Israele, potrebbe succedere che quello di ebrei non ne riesce a sterminare neanche un po’, e magari in più Israele gli sega le gambe: possibile che tu non riesca a capire che uno scenario simile, ossia che non si riesca a sterminare gli ebrei, è la peggiore eventualità che mente umana possa concepire? Ma bisogna proprio spiegarti sempre tutto?!
    Shabbat shalom.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...