Ma gli evangelici…

… Se e’ vero che sono degli antisemiti travestiti, dei lupi cammuffati da agnelli, che appoggiano Israele solo per affrettare la fine del mondo e la conversione degli ebrei, come mai ce ne sono, di evangelici, dico, che vanno in Israele, ci passano del tempo, tornano in Europa o America, e decidono di convertirsi all’ebraismo? Come e’ ‘sta storia? Erano mica tutti, sotto sotto, dei nemici di noi ebrei, che appoggiano posizioni estremiste perche’ in realta’ ci vogliono vedere scomparire? Va la’ che e’ strana ‘ sta storia.
Come e’ che a un evangelico, che tutte le domeniche in teoria sente delle gran tirate sugli ebrei che si convertiranno e che avrebbero una religione incompleta, a un certo punto gli viene che vuole diventare ebreo? Non e’ che sta storia, che sono cattivi e pericolosi e guerrafondai e non c’e’ da fidarsi, tutta questa storia, dico, non e’ che e’ un po’ ‘na frottola? Diciamo messa in giro da chi non vuole che Israele sia uno Stato ebraico? E poi trasformare Israele in uno “Stato per tutti i cittadini” e cioe’ con ebrei in minoranza? Magari per via di federazione con Giordania e Palestina? No, perche’ potrebbe pure essere, eh.
E a proposito, quella idea della federazione, e del diritto al ritorno dei sedicenti profughi pretesi palestinesi, riconosciuto per carita’ solo in teoria, la avevano mica tirata fuori quelli laburisti? E, tipo, quanta pace ha portato? Dico cioe’, per dire, i laburisti, no, come e’ che li vedono gli evangelici? Chiedo, che io mica lo so.
Io so solo che ci sono evangelici che si fanno ebrei, e che il contrario, a quanto pare, non succede, nonostante che sarebbe quello che gli evangelici vogliono, cosi’ mi spiegano i pacifisti laburisti che la sanno lunga. Cioe’ vogliono ma non possono. Non possono. Mah, erano mica cosi’ tanto potenti, questi evangelici?
Ma tu guarda come e’ strana questa faccenda.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Paturnie. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ma gli evangelici…

  1. magiupa ha detto:

    ho un paio di amici evangelisti,ma questa cosa che l’ebreo si convertirà non me l’hanno mai detta,è anche vero che non è che li ascoltassi poi molto eh!

  2. Marta ha detto:

    Immagino che ripetere una a caso delle n barzellette sulla profonda varietà del mondo protestante, evangelico e no, sia inutile: fai conto che abbia detto la tua preferita; fai seguire le solite considerazioni su (ironia on) “vedi, tutto questo caos a far leggere la Bibbia alla gente, non era meglio se si dava tutto in mano ai preti che ti dicono che pensi” (e bevimm’ ò cafè) (ironia off).

    Comunque, due considerazioni.

    1) Continuo a pensare che ci siano *alcune* correnti di evangelici (soprattutto statunitensi; e non necessariamente organizzati in chiese) che sposano il calderone “Armageddon” con contorno di “davanti a cui gli ebrei riconosceranno finalmente la Verità del Signore” (dove il Signore in questione è Gesù di Nazareth); pensa solo a come su Twitter era diventato “trending topic” un riferimento biblico che poteva essere letto come un legame tra la fine del mondo e la crisi siriana. Ma mi fa molto piacere sapere (e non dubito) che il successo di questi gruppi sia in calo, se non altro per motivi di auto-conservazione: meno gente si impegna ad affrettare la fine dei tempi più tranquilla mi sento. (E penso che “non sapete né il giorno né l’ora” sia uno dei consigli evangelici che hanno un ottimo valore a prescindere dall’attribuzione di sacralità al testo.)

    2) Il fascino evangelico per l’ebraismo mi pare un dato di fatto, soprattutto venendo dalla tradizione cattolica. Credo venga dalla lettura delle Scritture (e tutte le Scritture), e dalla conseguente necessità di capire il contesto e la cultura in cui sono state scritte. Pensa solo a come nella liturgia della Messa cattolica la lettura principale è quella del Vangelo, mentre gli altri passi del lezionario pare quasi sempre che siano lì per fare presenza (e l’omelia consiste spesso – anche se non sempre, per fortuna – nel “Vangelo spiegato con parole semplici”); confronta con come a volte nelle funzioni protestanti il predicatore scelga di concentrarsi sui passi dell’Antico Testamento, anche tralasciando del tutto la lettura del passo evangelico della domenica (e la predica è spesso – anche se non sempre, purtroppo – un’analisi dei testi e un “rilancio” non banale di possibili problemi sollevati da questi).

    E, per chiudere, che ti devo dire? Dal momento che tendo a credere ad almeno qualche forma di predestinazione, ho l’idea che la fede (e, almeno in parte, la forma religiosa in cui si vive questa fede) non sia una scelta umana quanto divina. E credo anche che Quello Lassù sappia bene quel che fa, e cercherei di non metterci becco…

    • nahum נחום ha detto:

      Posso solo precisare che, per quel che mi e’ dato sapere, la alleanza tra repubblicani ed evangelici in USA non e’ immutabile ed eterna, p. es. gli evangelici hanno digerito malissimo la candidatura di Romney. Per qualche lettore sara’ una sorpresa, ma: evangelici e mormoni sono due religioni differenti. 🙂
      Gli americani, intesi come elettori, appoggiano Israele molto piu’ degli europei. Piu’ i democratici che i repubblicani, a dire il vero. C’entrera’ qualcosa la religione (boh), la consuetudine con la Bibbia (mah), la consapevolezza che Israele e’ una democrazia (ecco, si’), con tanti difetti, ma migliorabile – cosa che delle dittature arabe non e’ che si possa dire. Su questo dato di fatto in Italia si e’ costruita la leggenda della lobby neocon-evangelica che avrebbe conquistato il partito repubblicano e starebbe portando il mondo sull’orlo della guerra mondiale, mettendo insieme gli interessi militari e la frenesia per l’Armageddon.
      E’ una cazzata solenne. Per i motivi che ho spiegato prima.
      Perche’ tale cazzata e’ ancora popolare in Italia, persino dopo due sconfitte repubblicane (e mentre si avvicina la terza, che di candidati credibili non si vedono all’orizzonte) ?
      Perche’ Italia, anche -e purtroppo soprattutto- nella testa di chi sta a sinistra, scatta spesso la associazione automatica: protestanti=capitalismo; capitalismo=USA; USA=lobby ebraica (ecco hanno la Bibbia in comune con i protestanti, e tutto torna). E perche’? Ma per la sempiterna influenza cattolica, come hai spiegato tu meglio di come potessi spiegare io.

      • Finrod ha detto:

        “per la sempiterna influenza cattolica”, mah… io, cattolico, ci sono cresciuto in mezzo agli “evangelici”, quelli italiani chiamati “valdesi”, e le stupidaggini “antisioniste” sono molto, ma molto, ma molto più diffuse tra loro che in tutti gli ambienti cattolici che ho frequentato, e questo nonostante (?) la maggior attenzione nei confronti dell’Antico Testamento. Naturalmente potrebbe essere dovuto ad una influenza cattolica, ma francamente ne dubito, per tutta una serie di ragioni, troppo lunghe e complesse per un commento 🙂

      • nahum נחום ha detto:

        In effetti io non ho mai avuto l’impressione che i valdesi fossero dei gran sostenitori di Israele. Ma certamente i catto-com molto di meno di loro.

  3. Finrod ha detto:

    “certamente i catto-com molto di meno di loro”, ecco, nel commento non l’ho scritto, ma la posizione “media” dei valdesi è, per la mia esperienza, esattamente quella… 😦 Credo che più di tutto il resto, alla fine oggi conti il “com” (che poi riutilizzino pregiudizi di ben altra origine è vero), visto che una battuta che girava dalle mie parti negli anni ’90 era: “un pastore [valdese] è di destra quando vota Rifondazione Comunista”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...